Travel

Siviglia cosa vedere, cosa fare e dove mangiare in tre giorni

22 febbraio 2018 3.033
I giardini di Alcazar
Condivisioni

Ma quant’è bella Siviglia? Ci sono stato in un weekend di febbraio e devo dire che non volevo più andarmene da lì. Al mio rientro a Roma da Siviglia ho subito rimpianto il clima mite di febbraio con il suo sole che, inizialmente timido, si mostra molto caldo anche in questo periodo.

Sembra di stare in piena primavera, con i suoi 20 gradi di giorno che ti accompagnano fino a tarda sera. Il periodo che va da febbraio fino a maggio e il periodo autunnale sono i migliori per visitarla, in quanto si sta divinamente bene a livello climatico. A differenza invece dell’estate in quanto in questa città dell’Andalusia si può arrivare a toccare anche i 50 gradi percepiti.

Siviglia si è rivelata ai miei occhi in tutto il suo splendore, cosa che già immaginavo prima della mia partenza. Alcuni miei conoscenti che erano stati qui mi avevano detto che sicuramente mi sarebbe piaciuta. Ed è stato proprio così!

Siviglia mi ha conquistato in sordina, con il fascino del suo immenso centro storico, il suono del tacco che batte su una tavola di legno, quasi come un richiamo nel mentre che percorri le strade del centro storica, a scandire il ballo popolare di questa città: il flamenco.

centro storico Siviglia

Il sole sempre splendente, che riflette sulle palazzine non più alte di tre piani, con dettagli di maioliche dipinte a mano e le cornici delle finestre di un colore giallo tendente al senape.

Siviglia è stata la seconda città spagnola che fino ad oggi ho avuto il piacere di visitare, un paio di mesi fa sono stato per la prima volta a Barcellona. Siviglia e Barcellona sono sicuramente due città completamente diverse. Personalmente ho trovato Siviglia molto più bella rispetto a Barcellona, in quanto l’ho percepita con una sua entità molto più forte.

Insomma se stai progettando un viaggio in questa città ricca di cultura, arte e passione, ecco che ti consiglio cosa fare, dove mangiare e cosa visitare a Siviglia.

Cosa vedere a Siviglia in tre giorni

Siviglia è una piccola città dell’Andalusia che si trova a sud della Spagna. Il suo centro storico è considerato il quarto più grande di Europa . Le cose da vedere sono molteplici e sicuramente vale la pena visitarla il più possibile.

Plaza de Espana\

Nella mia permanenza di tre giorni sono riuscito a vistare quelle che sono le principali attrazioni che la città offre. Una lista che vi potrà essere utile se state organizzando il viaggio, in particolare modo per chi vedrà Siviglia per la prima volta.

Plaza de España

Plaza de España è la piazza più grande in assoluto di tutta Siviglia. Si estende con i suoi 50000 mt in tutto il suo splendore. La piazza è molto suggestiva e sicuramente resterete a bocca aperta non appena vi ci trovate lì.

A rendere unica questa piazza sono sicuramente i 4 ponti di cui è composta la piazza, ogni ponte rappresenta i quattro regni antichi della Spagna. Lungo tutto l’edificio sono rappresentate le 48 province della Spagna, ogni raffigurazione è data dalle maioliche dipinte.

Plaza de Espana Siviglia

Parco di Maria Luisa

A costeggiare Plaza de España vi è il parco di Maria Luisa, il giardino pubblico di Siviglia tra i più noti della città.

Parco di Maria Luisa

Questo parco ospita due dei musei più importanti della città, il museo archeologico e il museo delle arti e delle usanze popolari.

Inoltre contiene un gran numero di esemplari botanici opportunamente etichettati di grande diversità e infine numerose opere architettoniche come delle belle fontane e statue.

Il Metropol Parasol di Siviglia

Il Metropol Parasol, o più comunemente chiamata Setas, è una delle strutture di architettura contemporanea più recente di Siviglia.

Costruita nel 2011, così come recita il suo nome, è stata realizzata come parasole della piazza in cui si trova. Realizzata interamente con pannelli di legno che si incastrano tra loro rendendo l’opera uno spettacolo a cielo aperto.

Setas

Il mio consiglio è di visitarla al tramonto per poter godere della vista su tutta la città di Siviglia dal Parasol.

Il costo del biglietto per salire sopra la Setas è di 3 euro, i bambini di età inferiore ai 12 anni non pagano. Gli orari di apertura e chiusura sono i seguenti: Domenica – Giovedi 10-23.00 pm e Venerdì – Sabato 10-23.30 pm.

La cattedrale di Siviglia

La cattedrale di Santa Maria della Sede di Siviglia, detiene il primato come cattedrale gotica più grande al mondo.

cattedrale di Siviglia

Ovviamente inutile dire che vale la pena visitarla anche perché al suo interno è custodita la tomba di Cristoforo Colombo.

Tomba di Cristoforo Colombo

Si può accedere alla cattedrale di Siviglia al costo di 9€, il biglietto comprende anche la visita a la Giralda.

La Giralda

Si trova nel complesso della cattedrale di Siviglia. La sua particolarità è che non ci sono le scale e si sale tramite 34 rampe circolari che rendono la salita più comoda rispetto ai gradini, inoltre al tempo consentiva i Muezzin di arrivare in cima in sella del loro cavallo.

Vista da La Giralda

Salire le rampe fino ad arrivare ad un’altezza di 70 metri non è affatto facile, quindi armatevi di fiato e salite senza pensarci troppo. La vista da sopra la Giralda merita al tal punto che sarete soddisfatti e fieri di avercela fatta!

I giardini di Alcázar

Gli appassionati della serie tv Games Of Thrones sicuramente conoscono perfettamente questa location che è stato set di una della stagione del trono di spade.

Credo che valga la pena visitare Siviglia anche solo per far visita ai giardini di Alcazar. È un luogo fantastico dove è difficile non restare a bocca aperta dalle sue maioliche affascinanti.

I Palazzi Reali di Alcazar erano delle fortezze dei mori successivamente riadattati dal 1364 in poi, risultando ad oggi un bellissimo esempio di architettura mudéjar una combinazione di culture e stili: islamico, rinascimentale e gotico.

Dal 1987 l’Alcazar è stato riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’umanità.

Torre del Oro

Altra attrazione dove poter ammirare la città di Siviglia dall’alto è sicuramente la Torre del Oro, dal quale è possibile salire al costo di 3 euro.

Torre del Oro

Qui la vista ti regala una prospettiva diversa della città, grazie alla posizione in cui erge sul lungofiume.

La torre faceva parte del sistema difensivo dell’Alcázar e della città almohade, costituendo un notevole punto difensivo delle mura atte a bloccare gli accessi o gli attacchi dal fiume.

Casa de Pilatos

Se hai intenzione di vedere i giardini di Alcazar non puoi non visitare la Casa di Pilatos.

L’edificio è un misto dello stile rinascimentale italiano e quello Mudejar, e viene considerato come il prototipo del palazzo andaluso.

Casa de Pilatos
Casa de Pilatos
Casa de Pilatos

La costruzione del palazzo risale al XV secolo e si presenta adornato di preziosi azulejos – tipico ornamento dell’architettura portoghese e spagnola consistente in una piastrella di ceramica non molto spessa e con una superficie smaltata e decorata – in stile mudejar, stile cristiano che incorpora elementi di ispirazione araba.

Plaza de Toros

Un’altra attrazione da non perdersi se si viene a Siviglia è la visita a La Plaza de Toros de la Real Maestranza de Caballería de Sevilla, meglio nota come La Maestranza.

Plaza de Toros di Siviglia è la più antica di tutta la Spagna dove ogni anno si svolge il festiva di corride più famosa al mondo: la Fiera de Abril. La plaza de toros può contenere un totale di 12.000 spettatori.

Plaza de Toros

Anche Plaza de Toros è stato il set di una delle puntate di Game of Thrones. La scena in cui Daenerys assiste ad un duello in suo onore nella quinta stagione.

Plaza de Toros

Duello che poi viene interrotto da parte dei figli dell’arpia, con la scena finale in cui Daenerys si ritrova costretta a volare via sulle spalle di uno dei suoi draghi. Si dice che Plaza de Toros sia stata una delle scene più costose nella storia delle serie tv.

Plaza de Toros

La visita a Plaza de Toros costa 9,50 € ed è compresa di guida, durata circa 40 min. Si avrà accesso alle sale espositive più accesso all’arena.

Il quartiere di Triana

Il quartiere di Triana è uno dei quartieri più belli e suggestivi di Siviglia. Si distingue dal centro storico della città per la sua identità forte che risiede in questo quartiere.

Il Barrio de Triana si estende sulla sponda opposta del Rio Guadalquivir, e si raggiunge dopo aver percorso il puente di Isabel II, o ponte di Triana.

Quartiere di Triana

Il quartiere è riconosciuta storicamente come il quartiere dei gitano, gli attuali rom, artefici per l’appunto del flamenco, il ballo simbolo per antonomasia di Siviglia e dell’Andalusia.

Nel quartiere di Triana resterai affascinato dalle sue stradine con le palazzine di diversi colori che si distinguono dai dettagli fatti di maioliche. Il nome del quartiere risale all’epoca romana, quando l’imperatore Traiano fondo la nuova colonia sulle rive del fiume.

Tutt’oggi il quartiere si presenta con il suo animo popolare e nel corso degli anni ha ospitato diverse categoria di lavoratori come gli operai e ceramisti delle numerose fabbriche di azelejps, ovvero le tradizionali piastrelle decorate.

Il quartiere di Triana a Siviglia
Bar Sant Ana
Bar Sant Ana

Nel quartiere si trova la chiesa di Santa Ana e vicino vi segnalo uno dei locali più caratteristiche della città, ovvero il bar Santa Ana, dove sarà impossibile non entrarci e restare affascinati dalle numerose fotografie appese alla parete che rispecchiano il folclore della Settimana Santa.

Dove mangiare a Siviglia

A Siviglia è di comune usanza mangiare tapas nei bar, non a caso vengono chiamati Tapas Bar. All’interno dei Tapas Bar c’è sempre un bancone a disposizione dove poter bere dell’ottima cerveza, magari nell’attesa che si libera un tavolo.

Mangiare a Siviglia è molto semplice e seppur ci siano tanti posti dove poter mangiare le tapas, ovviamente vi sconsiglio assolutamente di entrare in uno di quei ristoranti acchiappa turisti dove non sempre la qualità del cibo è ottima.

Prima di partire per una città cerco sempre di informarmi sui posti dove poter mangiare e in genere quasi sempre la mia ricerca si basa chiedendo indicazioni e consigli direttamente a chi vive sul posto. Solo così si ha la certezza di mangiare bene in una città turistica :).

Fatta questa premessa vi segnalo i posti dove mangiare a Siviglia delle ottime tapas. Le ho provate personalmente, grazie al consiglio di un autoctono del posto, e che ho apprezzato.

Ecco la lista dei tapas bar che ti consiglio!

Bar Antojo (Calle Calatrava, 44, 41002 Sevilla, Spagna), in questo tapas bar ho cenato la prima sera in cui sono arrivato a Siviglia, è molto accogliente e si mangia molto bene. Essendo arrivati il venerdì sera l’abbiamo trovato un po’ pieno ed abbiamo atteso mezz’ora. Il personale è molto cortese e gentile, il servizio è rapido e le tapas sono molto buone.

La Chala (Plaza Puerta Real, 6, 41002 Sevilla, Spagna), questo tapas bar si trova un po’ più distante rispetto alla cattedrale di Siviglia, ma comunque facilmente raggiungibile a piedi. È posizionata in una zona un po’ meno affollata dai turisti. Sarà possibile mangiare sia all’interno che all’esterno sui dei tavolini in legno grezzo molto belli e fotografabili 🙂

Qui ho mangiato, sotto consiglio del gestore del locale, la paella di pasta che si chiama Fideuà e si presenta con questi vermicelli molto corti. Eccola in foto!

Chala Paella di pasta

El Quinquel () a pochi passi da Plaza Nueva, qui ho mangiato delle ottime tapas. Vi consiglio inoltre di mangiare qui ma anche negli altri tapas bar il Carbon de Bacalao, ovvero il baccalà fritto con pastella a base di carbone vegetale. È un piatto tipico locale che non puoi non provare 🙂

Seis tapas (Plaza Nueva, 7, 41001 Sevilla, Spagna), è un bar tapas con degli interni molto eleganti e dal design unico. Sicuramente vale pena mangiare qui se siete alla ricerca di un posto di classe. Ho mangiato molto bene ed è abbastanza economico. Si trova proprio in Plaza Nueva!

Kukuchurro (Calle Regina, 15, 41003 Sevilla, Spagna), se avete voglia di churros andate sicuramente qui, in città si trovano questi negozi in più punti. Vi segnalo questo dove ho mangiato i churros. Con 3,50€ hai cinque mega churros più il bicchiere di cioccolata calda dove intingere il dolce 😛

Come raggiungere il centro di Siviglia dall’aeroporto

Raggiungere il centro di Siviglia dall’aeroporto è molto semplice, ci sono due opzioni: autobus di linea e taxi. La prima opzione non l’ho preferita in quanto al mio arrivo ho notato che l’autobus si è riempito in poco tempo e la frequenza di corsa è di ogni 20 minuti. Considerata la tratta dall’aeroporto al centro di circa venti minuti ho preferito prendere un taxi che non è stato per niente eccessivo come costo.

Il taxi dall’aeroporto al centro di Siviglia costa intorno ai 20-25euro, il prezzo è fisso e il taxametro segnava già il costo della tratta. Lo stesso è avvenuto anche al ritorno, però la corsa è costata di più perché era calcolato il prezzo della chiamata ed eventualmente il costo del rientro in città: insomma con 30 euro ho raggiunto in taxi in 20 minuti l’aeroporto.

Come spostarsi a Siviglia

Devo ammettere che spostarsi a Siviglia non è stato molto semplice e immediato. Seppur la città sia relativamente piccola, il centro storico si presenta grande e con strade molto ristrette.

Questo a discapito dei mezzi di trasporto che non possono accendere all’interno del centro storico che tra l’altro è in gran parte chiusa al traffico.

Premesso ciò, personalmente ho preso l’autobus a Siviglia in tre giorni circa 6 volte, e il più delle volte mi lasciava ad un punto che distava almeno da un km a piedi dalla destinazione.

Centro di Siviglia

Per fartela in breve, visitare Siviglia vuol dire camminare tanto a piedi. Mi sono affidato il più delle volte a Google Maps per la ricerca della linea e del percorso ma non sono stato soddisfatto dalla copertura ed efficienza degli autobus.

L’alternativa è farsi un giro in carrozza con i cavalli, di cui rischierai più volte di essere investito in pieno centro per la loro massiccia presenza tra le stradine, ma nonostante questo devo ammettere che conferiscono alla città una certa eleganza, a tratti sembrava di essere a Vienna!

La metro di Siviglia tutt’oggi ancora non ho capito a cosa serva, le fermate sono veramente poche e dividono la città a metà. Credo che forse sia utile solo per chi alloggia al di fuori della città. Onestamente non saprei darti delle indicazioni.

Infine vi sono le bici del comune che è possibile noleggiare. Personalmente ho preferito percorrere tanti km a piedi 🙂

In alternativa ci sono comunque i taxi che a loro modo facendosi strada tra queste stradine molto strette riescono comunque a portarti fino a destinazione! I taxi non sono particolarmente costosi, ma onestamente li ho trovati un pelino più cari rispetto a Barcellona.

Per quanto riguarda gli autobus ci sono due soluzione per i biglietti: il costo a corsa del biglietto è di 1,40 € che puoi fare tranquillamente sull’autobus, in alternativa in un tabacchino o centro informazioni turistico, puoi acquistare una card di trasporti che ti fa risparmiare di tanto sulle corse.

Con una card 5€ (più 1,50€ di cauzione che verranno rimborsati se riporti la card) ogni volta che prendi l’autobus il biglietto ti costa la metà ovvero intorno ai 75 centesimi di euro. Sicuramente è la soluzione migliore. Onestamente mi aspettavo una card ad ore, tipo di 72 ore che coprisse tutte le corse ma non esiste.

Spero che quest’articolo sia stato di tuo gradimento 🙂 per qualsiasi dubbio o informazione lasciami pure un commento qui sotto, mi farà piacere aiutarti!

Il viaggio è stato finanziato grazie a Vueling, la compagnia aerea che ha offerto anche il volo per Siviglia da Roma, con il progetto #HelloYellow e #AyellowMark.

Al prossimo viaggio,

David!


Potrebbe Interessarti:

Condivisioni

You Might Also Like

Pin It on Pinterest