Lisbona Cosa Vedere e Fare | Attrazioni da Non Perdere

1
19
Lisbona Cosa Vedere e Fare in tre giorni

Lisbona cosa vedere e fare in tre giorni nella capitale del Portogallo. Quali sono le attrazioni da non perdere a Lisbona, i punti panoramici più belli della città e cosa mangiare assolutamente.

Lisbona è una città che ti rapisce per la sua bellezza. La capitale del Portogallo, ti accoglie con cieli immensi e vedute pazzesche. Tante sono le cose da vedere a Lisbona.

Costruita su sette colli, sarai fin da subito rapito da questa città. Sarà facile restare sorpresi dalla bellezza dei tram storici, che arrancano per le ripide strade.

Per non parlare delle funicolari centenarie, che risalgono per le colline accompagnandoti ai punti panoramici più belli della città. Le funicolari di altri tempi rendono questa città ancora più carismatica.

Il sole a Lisbona risplende almeno 290 giorni l’anno. La città è piena di energia, pronta per essere esplorata perdendosi tra i suoi labirintici vicoli moreschi. Qui ci sono zone in cui si riversano gli artisti di strada sulle note del faido, negozi d’altri tempi, i miradouros dove ammirare la città dall’alto e raggiungibili dai centenari elevador.

A Lisbona non manca proprio nulla e per chi la visita la prima volta, non delude affatto.

Sono stato a Lisbona nella settimana centrale di agosto e, a parte un po’ di caos turistico che è normale in questo periodo, devo ammettere che mi è piaciuta tanto!

Se stai pianificando un viaggio in questa splendida città ti consiglio di visitare Lisbona in tre giorni.

Lisbona cosa vedere e fare in 3 giorni

Lisbona scorcio cosa vedere

Quali sono le attrazioni imperdibili di Lisbona? Ecco un elenco di cosa vedere assolutamente in città.

Oltre alle attrattive famose, in questo articolo ti darò anche dei consigli su cosa fare a Lisbona in tre giorni.

Quali sono le cose da mangiare assolutamente e alcuni consigli sul periodo dell’anno migliore per visitare la città.

Pronto per preparare la valigia e appuntare tutto?

Monasteiro dos Jerónimos

Monasteiro Dos Jeronimos

Il Monasteiro dos Jerónimos, ovvero il monastero di Belém è considerata un’opera di straordinaria complessità e non a caso fa parte del Patrimonio dell’UNESCO.

Fondato nel 1501, il monastero presenta al suo interno la Igreja Santa Maria in cui è custodita la tomba del navigatore Vasco de Gama.

Il chiostro, realizzato in pietra dorata e con archi minuziosamente scolpiti, è di una straordinaria bellezza. Affascinanti sono le torrette nervate e le colonne tortili con elementi incisi che raffigurano foglie, rampicanti e nodi.

Monasteiro Dos Jeronimos

Il costo del biglietto è di 10€. Orari di apertura: Da ottobre ad aprile, dalle 10 alle 17.30; Da maggio a settembre, dalle 10 alle 18.30.

Tips per entrare gratis al monastero: La domenica fino alle 14 l’ingresso al monasteiro è libero.

Torre de Belém

Torre de Belém a Lisbona

La Torre de Belém è una fortezza progettata da Francisco de Arruda nel 1515 per difendere il porto di Lisbona e rendere omaggio all’epoca delle grandi scoperte geografiche.

Patrimonio dell’UNESCO, la torre si affaccia sul fiume Tago. La scala a chiocciola presente all’interno vi porterà in cima dove ammirare una vista sublime sul fiume e il quartiere di Belém.

La domenica fino alle ore 14 l’ingresso è libero. Gli altri giorni il prezzo del biglietto è di 5€; orari di apertura al pubblico 10-18:30 martedì-domenica.

Potrebbe Interessarti: Cosa Vedere a Porto in Tre Giorni (Attrazioni Imperdibili)

Castelo de São Jorge

Sulla collina del quartiere Alfama, in posizione dominante, erge il Castelo de São Jorge. Una fortificazione che rievoca la storia della città, nei suoi momenti celebri e feroci.

Il castello fu costruito nel XI secolo, quando Lisbona era governata dai mori, e qui vi era la loro alcáçova, ovvero cittadella.

Questo luogo ne ha visto di tutti i colori: i Crociati nel 1147, la monarchia dal XIV al XVI secolo, prigionieri, battaglie, fino al grande terremoto di Lisbona del 1755 che provocò seri danni al castello.

Il costo del biglietto è di 8,50€; Aperto al pubblico dal 1 novembre al 28 febbraio, dalle 9 alle 18; Dal 1 marzo al 31 ottobre, dalle 9 alle 21.

Praça do Comércio

Praça do Comércio

Un tempo chiunque arrivasse in nave sbarcava qui in Praça do Comércio. Considerata la porta di accesso a Lisbona, la piazza si presenta molto grande con eleganti portici settecenteschi e l’arco di trionfo.

A dominare la piazza ci sono l’Arco da Vitória, ovvero l’arco di trionfo, un tripudio di colonne con statue di personaggi come Vasco de Gama e il Marquês de Pombal. Al centro del piazza erge la statua equestre settecentesca di Dom José I, ubicata qui dopo il disastro del terremoto del 1755.

Ricordiamo che nei primi del Settecento, Lisbona era una città fiorente. In quegli anni i mercati si riversavano in città e in questa piazza commerciavano oro, spezie, seta e gioielli.

Lisbona Praca do Comercio Tram

La città godeva di un’architettura manuelina cinquecentesca di una bellezza unica. Con il terremoto del 1755 la città crollò tutta stimando fino a 90.000 morti su una popolazione che all’epoca contava di 270.000 abitanti.

Tanti monumenti presenti oggi a Lisbona sono frutto di una ricostruzione avvenuta dalla fine del 700, subito dopo il disastro.

La piazza è il punto di partenza di numerose crociere, conduce alle rive del Lago e da qui la passeggiata sul lungofiume è una delle cose da fare a Lisbona. In alcuni orari ci saranno ad accogliervi artisti di strada e una vista aperta dal quale è possibile scorgere in lontananza si scorge la statua del Cristo Rei.

Alfama e Graça

Qui è la vera essenza di Lisbona, nel quartiere di Alfama e Graça è racchiuso tutto ciò che amerai di questa città. Le viuzze caratteristiche dei quartieri più amati di Lisbona popolate dalle tipiche case colorate con i panni stesi ad asciugare.

Qui il fado è ancora presente coma una volta all’ora, proprio in questo quartiere sono nati le canzoni dei marinai malati di nostalgia di casa, ballate poetiche dei mori, le melodie malinconiche degli schiavi brasiliani. Il fado è cantato da un solista con l’accompagnamento di una chitarra portoghese a 12 corde.

I Miradouros di Alfama e Graça da vedere a Lisbona

Miradour Alfama Lisbona

I miradouros sono i punti panoramici della città situati nelle diverse colline, sono i posti più belli di Lisbona proprio perché ben sfruttati con parchi e chioschi per far rilassare e unire le persone. Nel quartiere di Alfama e Graça ci sono tanti punti panoramici da non perdersi.

Il miradouro de Santa Luzia si trova in Rua do Limoeiro. Qui potrai ammirare la distesa dei tetti dell’Alfama e il panorama sul Tago. Ammantato di boungaville. sul retro ci sono pareti di azulejos blu e bianchi che raffigurano le scene dell’assedio di Lisbona nel 1147 e di Praça do Comércio all’inizio del XVIII secolo.

Vi segnalo il Miradouro de Senhora do Monte, il punto panoramico più alto di Lisbona.

Il quartiere Graça nei weekend è all’apice della vivacità quando il Campo de Santa Clara si trasforma in un immenso mercatino delle pulci. Qui vi segnalo anche il Miradouro da Graça, da qui si ammira l’incredibile vista sul castello appollaiato sulla collina.

Quartiere Alfama Lisbona

Barrio Alto e Chiado

I quartieri di Barrio Alto e Chiado nonostante si trovino molto vicine presentano due personalità completamente diverse.

Barrio Alto è un intreccio di vicoli con molti negoziati, bistró aperti fino a notte fonda e minuscoli bar. Qui si respira un’aria più festaiola. Da segnalarti in questo quartiere oltre al Convento do Carmo, l’Elevador da Bica che vi accompagna al Miradouro de Santa Catarina.

Elevador Da Bica

Per gli appassionati di fotografia consiglio di scendere dall’elevador e fotografare i piccoli tram che salgono e scendono per questa via molto stretta. Il punto per fotografare i due tram che si incontrano è su Calada da Bica Pequena.

Il Chiado, diversamente da Barrio Alto, è invece un quartiere che invita a fare shopping nelle boutique e a fermarsi in uno dei caffè letterari che si incontrano per strada. Qui vi segnalo l’Elevador da Gloria per raggiungere la vista sovrastata dal castello dal Miradouro de São Pedro de Alcântara.

Il Tram 28

L’iconico tram di Lisbona è sicuramente il 28. Una delle esperienze più gettonate della capitale. Se siete fortunati e riuscite a salire sul Tram 28 sappiate gustatevi un mini tour della durata di 40 minuti che vi accompagnerà nel quartiere di Alfama fino a Baixa e Chiado.

Tram 28 lisbona

Il tram giallo, così come era una volta, centenario e affascinante si presenta all’interno con pannelli di legno lucido e finiture cromate. Stridente e antiquato, il tram 28 è nella lista dei desideri di tutti i turisti.

Consigli sul tram 28, ecco dove prenderlo: Salite sul tram28 dalla fermata in Praça Martim Moniz per avere più possibilità di trovate un posto a sedere.

Le corse dei tram sono ogni 10-15 minuti. Il biglietto si acquista a bordo del tram e costa 2,85€ a corsa.

Convento do Carmo

Convento do Carmo

Un convento gotico fondato dai carmelitani nel 1389, ridotto a un cumulo di macerie dal terremoto del 1755. Il Convento do Carmo è un’attrazione sicuramente da non perdersi e da vedere a Lisbona.

Unico nel suo fascino, il convento oggi si presenta con archi e colonne in rovina. Un museo archeologico da ammirare come un’ossatura nuda.

Il costo del Biglietto e di 4€; Aperto dal lunedì al sabato : da ottobre a maggio, ore 10-18; da giugno a settembre, ore 10-19.

Nei pressi vi segnalo una Vista panoramica vicino al Convento do Carmo

Proprio di fianco al convento c’è una terrazza accessibile gratuitamente dove poter ammirare il belvedere sulla città! Si tratta di una terrazza che è collegata con l’Elevador Santa Justa (che collega Baixa, la via centrale di Lisbona, con Bairro Alto).

Santa Justa si tratta per l’appunto di uno degli ascensori più belli di Lisbona. Quello che ti consiglio vivamente è di evitare di prendere quest’ascensore (nei periodi più affollati potresti perdere anche 2 ore per salirci ed è davvero inutile).

Dal convento do Carmo ti trovi già su Bairro Alto e alla sua destra troverai un punto panoramico della città: da qui puoi fotografare l’esterno del convento e hai una vista a 360° su Lisbona. Puoi in alternativa salire anche sul punto più alto della terrazza a piedi, con una scala a chiocciola al prezzo di 3,50€.

Ponte 25 de Abril

Sempre nel quartiere di Belém è possibile scorgere un ponte che è a guardarlo ricorda subito il Golden Gate di San Francisco. Non è un caso visto che a costruire il ponte sia stato proprio l’American Bridge Company, la stessa del Golden Gate Bridge.

Il Ponte 25 de Abril è un ponte sospeso che risale al 1966 ed è lungo 2,27km. Inizialmente venne chiamato Ponte Salzar, successivamente cambiato in ricordo alla rivoluzione dei Garofani avvenuta il 25 aprile del 1974.

Il ponte collega la capitale lusitana alla città di Almada nel distretto di Setúbal, dove si trova il Cristo-Rei, la grande statua dedicato al Sacro Cuore di Gesù e ispirata al Cristo Redentore di Rio.

Museo Nacional do Azulejo

Un museo interamente dedicato agli azulejos, ovvero le piastrelle di ceramica smaltate e decorate tipiche del Portogallo.

All’interno di un convento manuelino, il museo presenta una collezione di piastrelle geometrici ispano-moreschi che racconta 500 anni di storia portoghese.

Il museo ospita alcuni azulejos raffigurano scene di caccia rinascimentali e un pannello barocco che raffigura Lisbona prima del terremoto del 1755.

L’accesso al museo è gratuito la domenica fino alle 14. Durante gli altri giorni l’ingresso è di 5€, i giorni di apertura e orari sono: martedì ore 14-18; mercoledì – domenica ore 10-18; lunedì chiuso.

Dove, cosa mangiare e bere a Lisbona

Questi che ti propongo sono un paio di ristoranti che mi sento di consigliarti dove mangiare e bere a Lisbona. Te li consiglio personalmente proprio perché ci sono stato.

Cena a Baixa da Casa Da India, in questo posto potrai mangiare il tipico pesce di Lisbona, ma anche carne, tutto cucinato arrosto. Non appena arriverai al ristorante sarai accolto da una grande piastra dove viene arrostito il cibo fresco.

Posto economico, spartano ma merita tanto. Mettiti in fila per aspettare che si liberi un tavolo. Non è un posto dove la gente ci resta a lungo.

Pavilhão Chines un posto stupendo e tanto insolito, dove puoi bere degli ottimi cocktail. Una volta entrati qui sarai sommerso dalla quantità di oggetti contenuti nel locale: si tratta per lo più di cimeli e collezioni di qualsiasi genere; dalle bambole, ai trenini, elmi da guerra, medaglie e così via.

Un locale abbastanza grande, ti consiglio di visitare tutte le sale del locale, come quella dedicata al bigliardo. Effetto stupore assicurato!

Cosa mangiare a Lisbona:

Lisbona vi offre una varietà di pesce fresco ogni giorno. Non mancherà di mangiare polpo e baccalà che sono tra i pesci più gettonati di Lisbona. Io ho fatto anche abuso di crocchette di baccalà, tipici del posto e di una bontà unica.

Il dolce tipico di Lisbona è sicuramente il Pastel de nata! C’è un solo posto dove potrai mangiarlo buonissimo e che è tanto rinomato a Lisbona ovvero all’Antiga Confeitaria de Belém.

Pastéis de Belém – Antíga Confeitaria de Belém

In quest pasticceria si preparano i famosi pastéis de Belém con una ricetta segreta dal 1837. Ogni giorno vengono sfornati circa 15.000 pastéis ed è senza dubbio uno dei posti dove poter mangiare questo dolce fatto di pasta frolla e crema pasticciera. Non dimenticatevi di spolverarci sopra la cannella.

Consiglio di mangiarli rigorosamente caldi! Chiedete anche quelli non proprio appena sfornati che rischiate di ustionarvi. Ci ho provato e non è stato piacevole! Occhio che creano dipendenza!

Come raggiungere Lisbona dall’Aeroporto

Per raggiungere il centro di Lisbona dall’aeroporto, il mezzo più veloce è sicuramente la metro rossa che in 20 minuti ti porta a destinazione.

In alternativa ci sono gli autobus locali molto frequenti. Le linee 22, 44, 745, 705 ti portano in varie zone del centro di Lisbona.

In taxi il costo medio per la tratta dall’aeroporto al centro è di circa 10€ (concordate prima di salire a bordo sul prezzo). Tuttavia anche Uber è davvero molto economico e con 8€ sei in città.

Scale alternativo all'elevador da Bica

Il periodo migliore per visitare Lisbona

Il periodo migliore per visitare Lisbona? Sicuramente nei mesi che vanno da marzo fino ad inizio ottobre. Sono i mesi in cui non c’è rischio di beccare tanto freddo e le precipitazioni sono minime.

Vediamo nel dettaglio stagione per stagione come si presenta Lisbona:

Inverno (novembre – febbraio): In questo periodo dell’anno la città è estremamente tranquilla, trano i giorni del carnevale. In questi mesi è bassa stagione e si possono approfittare di notevoli sconti per pernottare nella capitale.

Primavera (marzo – maggio): I prezzi per gli alloggi in questa stagione sono ancora abbastanza ragionevoli, le giornate si presentano spesso soleggiate. Mesi perfetti per visitare Lisbona splendente con i parchi in fiore.

Scorcio Lisbona

Estate (giugno – agosto): In questi mesi ci troviamo in alta stagione. I prezzi degli alloggi impennano in questo periodo. Tanto sole e anche abbastanza caldo. Periodo ottimo per i festival, andare in spiaggia e mangiare all’aperto. Consiglio di prenotare in anticipo l’alloggio se si decide di andare in questi mesi.

Autunno (settembre – ottobre): In questo periodo c’è rischio di beccare giornate con acquazzoni. Tutto sommato la città si presenta tranquilla e i prezzi sono più ragionevoli per pernottare. Anche il primo periodo dell’autunno è perfetta per visitare le cose da vedere a Lisbona.

Spero che questa guida su Lisbona cosa vedere e fare in tre giorni possa esserti di aiuto e di ispirazione per il tuo prossimo viaggio. Come sempre sarò felice di leggerti nei commenti qui in basso, anche nel caso tu voglia contattarmi per sapere ulteriori informazioni su Lisbona.

Al prossimo viaggio,

David!


Potrebbe Interessarti: