LifeStyle

Ristorante Filodolio, protagonista è l’olio extravergine d’oliva

19 maggio 2017 247
Filodolio ristorante roma
Condivisioni

Se siete alla ricerca di un ristorante dove mangiare a Roma, che si distingue da tutti per il suo concept rendendolo unico nel suo genere, sicuramente da Filodolio a Roma non potete mancare.

Filodolio è il primo ristorante nella capitale dove l’elemento base di tutti i piatti è l’olio extravergine d’oliva. Situato nel quartiere africano, in via Tripolitania 147 a Roma, Filodolio nasce circa 7 mesi fa da una idea del manager Stefano Donaudy Mastelloni con la collaborazione della giovanissima chef Anastasia Paris (23 anni).

Filodolio ristorante roma

A pochi mesi dall’apertura già vanta del premio “Mangiaebevi 2017” classificandosi nei primi cinque de “Le eccellenze di Roma”, grazie al suo format innovativo che propone “cucina extravergine” di tradizione italiana.

Alla base di ciascun piatto c’è un filo d’olio, selezionato tra dodici olii e.v.o. italiani di qualità superiore, versato a crudo per esaltare il sapore e le caratteristiche della pietanza. Gli olii e.v.o. provengono da dodici regioni d’Italia, selezionati accuratamente da Stefano Donaudy Mastelloni.

L’evento avvenuto il 18 maggio scorso mi ha visto partecipe ad un percorso sensoriale basato sulla tradizione italiana, rivisitata secondo l’originalità della Chef.

Filodolio ristorante roma

La cena ha avuto inizio con una degustazione di due olii extravergine, che hanno aperto le danze al menu offerto in occasione dell’evento al quale ho partecipato lo scorso 18 maggio.

Menu proposto da Filodiolio per cena

La Chef ci ha subito conquistato con l’antipasto, un piatto unico ed originale con gli ingredienti che si distinguevano perfettamente al palato. Divinamente posati su un letto di maionese alla soia, i ravioli di borragine con crudo di scampi erano non solo belli da vedere ma anche molto buoni.

Ravioli di borragine - Filodolio ristorante roma

Ravioli di borragine, crudo di scampi e maionese alla soia. Filodolio: Anfosso – Taggiasca (Liguria).

Risotto spinacino e burrata affumicata - Filodolio ristorante roma

A seguire il primo, risotto spinacino e burrata affumicata, Filodolio: Le Tre Colonne – Le selezioni / Coratina (Puglia). Il ristorante propone tra i primi disponibili nel menu, solo risotti e zuppe. Una scelta intenzionale che si sposa perfettamente al concept del ristorante.

Fagiano - Filodolio ristorante roma

Secondo: Fagiano, fondo bruno e ciliegie con mantecato di sedano e rapa. Filodolio: Giacomo Grassi – Maurino (Toscana). Ora al di là del fatto che per me è stata la prima volta ad aver mangiato un fagiano, devo ammettere che è buonissimo. Sono rimasto colpito dalla scelta delle ciliegie che al palato sembravano pomodorini, inoltre tutti i sapori erano perfettamente in armonia tra loro. Insomma una bontà assoluta!

Cheesecake - Filodolio ristorante roma

Infine come dessert, Cheescake rivisitata al thè nero, frutti di bosco e cioccolato bianco. Queste praline di cioccolato al loro interno regalavano un’esplosione di bontà e dolcezza.

Perché consiglio di andare a mangiare da Filodolio?

Innanzitutto perché resterete affascinati e stupiti dal sapore e la particolarità dei piatti proposti al ristorante.

Inoltre perché a preparare queste pietanze raffinate e impeccabili, c’è una chef di appena 23 anni, che alla sua età per realizzare tutto questo lo fa senza dubbio con amore e passione. I suoi piatti sono un tripudio di questi stati d’animo.

Infine perché è un ristorante innovativo, fuori dal comune e imperdibile, dove l’olio non si beve ma si mangia! 

Alla prossima cena,

David.

Buzzoole

Condivisioni

You Might Also Like